Grolla valdostana, spesso confusa con la coppa dell’amicizia.

La Coppa dell’Amicizia, spesso confusa con la grolla, viene usata tradizionalmente per bere il caffè alla valdostana. È munita dei caratteristici beccucci che servono per bere “à la ronde”, cioè passandosi il recipiente. Passando di mano in mano, la Coupe dispensa a ciascuno la propria razione di caffè alla Valdostana, con un ampio margine per ripetere il giro più e più volte. Difficilmente, però, si beve sempre dallo stesso beccuccio, e questo conferisce al rito quel tocco di promiscuità che crea aggregazione e coinvolgimento. Tradizionalmente il caffè alla valdostana lo si beveva nelle fredde giornate invernali, dopo una giornata sugli sci, intorno ad un camino.

Ricetta del caffè alla valdostana

Ingredienti: per 4 persone
• 4 tazzine di caffè lungo e bollente
• 3 tazzine di grappa (50°/60°)
• 1 tazzina di Génépy
• 10 chiodi di garofano
• cannella in corteccia
• scorza di limone
• scorza di un’arancia (facoltativo)
• 8/10 cucchiaini di zucchero o 4 cucchiai colmi

Coppa dell'amicizia per il caffè alla valdostana

Coppa dell’amicizia usata per bere il caffè alla valdostana in compagnia.

Scaldare il tutto in un pentolino e quando raggiunge il bollore versare nella coppa dell’amicizia. Cospargere abbondantemente l’orlo della coppa di zucchero e bagnarlo con grappa ( 50°/60°). Dare fuoco all’alcool che si sprigiona dall’interno mescolando con un cucchiaio sino a quando lo zucchero del bordo non sarà caramellato. Chiudere la coppa con il suo coperchio soffocando le fiammelle residue.

Et voilà! E’ pronto!